ISTITUIRE IL REGISTRO DELLE AREE BOSCHIVE DISTRUTTE DAGLI INCENDI PER SALVARE IL NOSTRO TERRITORIO DALLE SPECULAZIONI!
Argomenti novità
Segnala questa pagina

Registro incendi

Tags/parole chiave: registroincebdiboschi

Registro incendi

ISTITUIRE IL REGISTRO DELLE AREE BOSCHIVE DISTRUTTE DAGLI INCENDI PER SALVARE IL NOSTRO TERRITORIO DALLE SPECULAZIONI!

registro aree devastate dagli incendi

Questo lo scopo della campagna di informazione mediatica rivolata alle amministrazioni pubbliche lanciata dal CNA Beni Culturali e Turismo Puglia, invitando tutte le realtà associative ad unirsi nella comune lotta per la salvaguardia della integrità territoriale.

Di fatti, come certamente saprete, ne parlano i media nazionali e internazionali, il Salento ha avuto un sensibile aumento turistico, purtroppo con la maggiore richiesta di alloggi e strutture sul mare si sta assistendo impotenti ad un incremento degli incedi prevalentemente dolosi dovuti, evidentemente, ad un becero e volgare tentativo speculativo che guarda in prospettiva alla possibilità di edificare in zone rurali appetibili che però ad oggi non risultano edificabili in quanto zone di interesse naturalistico.

Ultimo esempio in tal direzione lo abbiamo avuto proprio giorno fa col devastante incendio che ha devastato 15 ettari del litorale jonico a Sud di Lecce, precisamente a Punta Prosciutto una delle aree più interessanti dal punto di vista naturalistico e purtroppo un area tra le più significative per il turismo speculativo.

Teniamo a sottolineare che il turismo è una risorsa per il nostro territorio e va tutelato, ma solo nel momento in cui si ha a che fare con un turismo responsabile che si adatta a territorio stesso evitando la distruzione di zone paesaggistiche e naturali solo per far fronte alla costruzione di nuove strutture ricettive a volte inutili.

Ricordiamo che la nostra Costituzione l'articolo 9 -uno dei primi non per caso- recita: “La Repubblica protegge il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della nazione”. Oltre alla Costituzione in Italia esiste anche una legge che tutela le aree boschive: si tratta della Legge 21 novembre 2000, n. 353 "Legge-quadro in materia di incendi boschivi" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 280 del 30 novembre 2000.  Ma questo non basta, alla Legge nazionale si affianca la LEGGE REGIONALE N. 18 DEL 30-11-2000 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi in materia di boschi e foreste, protezione civile e lotta agli incendi boschivi” che stabilisce le line guida in materia di incendi delle aree protette.

Ad oggi ci risulta che nessun comune abbia istituito il REGISTRO DELLE AREE BOSCHIVE DISTRUTTE DAGLI INCENDI, come imposto nell'art. 10 comma 2 della legge n.353 del 2000 che cita testualmente: “I comuni provvedono, entro novanta giorni dalla data di approvazione del piano regionale di cui al comma 1 dell’articolo 3, a censire, tramite apposito catasto, i soprassuoli già percorsi dal fuoco nell’ultimo quinquennio, avvalendosi anche dei rilievi effettuati dal Corpo forestale dello Stato. Il catasto è aggiornato annualmente. L’elenco dei predetti soprassuoli deve essere esposto per trenta giorni all’albo pretorio comunale, per eventuali osservazioni. Decorso tale termine, i comuni valutano le osservazioni presentate ed approvano, entro i successivi sessanta giorni, gli elenchi definitivi e le relative perimetrazioni. E’ ammessa la revisione degli elenchi con la cancellazione delle prescrizioni relative ai divieti di cui al comma 1 solo dopo che siano trascorsi i periodi rispettivamente indicati, per ciascun divieto, dal medesimo comma 1.”in cui annualmente vengono riportati i dati relativi agli incendi.

Chiediamo pertanto, anche per una questione di trasparenza nei confronti dei cittadini, che sia istituito da parte di ognuno dei comuni della Provincia di Lecce, il Registro dettagliato delle zone interessate dagli incendi, che sia continuamente aggiornato e che sia sempre visibile e ben pubblicizzato in modo che chiunque lo possa consultare in un qualsiasi momento. La prevenzione è alla base della tutela di un territorio, un cittadino informato si sente anche responsabilizzato.

Associazioni che hanno aderito

  • Associazione Pro Lodo del Salento - Casarano
  • Rete turistica della Grecia Salentna - Soleto
  • Nuova Messapia - Soleto
  • Terra ARCHEORETE del mediterraneo associazione di promozione sociale - Giurdignano
  • Apulia - Martano
  • Scisciula - San Donato
  • Antàma - Sternatia
  • Salento km0 - Zollino
Data pubblicazione: 12/10/2016 (08:45)
Ultimo aggiornamento: 17/10/2016 (14:22)


Condividi questo documento su Facebook...

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri .

Comunicati stampa
Il menu del Post:
I più letti! novità
ContattaciPreferitiHome page RSS
CNA Sede zonale Casarano Chi lavora con noi cresce.
Sede provvisoria: Viale Francesco Ferrari, 58 - 73042 Casarano Lecce
Si riceve per appuntamento Tel. +39 368.3413297
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Powered by Japigia.com 2009/2015
*** Questo Sito Web NON utilizza Cookie ***