In programma dal 3 al 6 ottobre 2014 nel Quartiere di Fiera Milano a Rho EXPOdetergo International CNA/Tintolavanderie partecipa alla mostra internazionale specializzata servizi, prodotti e accessori per lavanderia a secco, lavanderia industriale, stireria e pulizia dei tessili e affini
Argomenti novità
Segnala questa pagina

EXPODedergo 2014

Tags/parole chiave: expo detergolavanderierhofiera

3 al 6 ottobre 2014

EXPODedergo 2014

In programma dal 3 al 6 ottobre 2014 nel Quartiere di Fiera Milano a Rho EXPOdetergo International CNA/Tintolavanderie partecipa alla mostra internazionale specializzata servizi, prodotti e accessori per lavanderia a secco, lavanderia industriale, stireria e pulizia dei tessili e affini

È ormai imminente l’appuntamento con la 17° edizione di EXPOdetergo International, la manifestazione dedicata a macchine, tecnologie, prodotti e servizi per lavanderia, stireria e pulizia del tessile, in programma dal 3 al 6 ottobre 2014 a Fiera Milano (Rho).

Ed è in quest'ambito che Cna/Tintolavanderie, in collaborazione con Cna/Federmoda, ha organizzato per il 4 ottobre (ore 15,00) un convegno intitolato “La filiera della manutenzione del tessile: il ruolo importante delle tintolavanderie nel dialogo costruttivo con i produttori dei capi e i consumatori”. “L'evento nasce anche per dimostrare - dichiara Giovanni Molinari della Presidenza di Cna/Tintolavanderie - che il nostro mestiere è parte integrante della filiera della moda, rappresentando più particolarmente quell’insieme di piccole imprese che opera nel campo dell’assistenza e della manutenzione del tessile. Al convegno saranno presenti imprenditori di rilievo del mondo del fashion, a dimostrazione che si tratta di un'occasione importante per evidenziare tutti i problemi che interessano confezionisti, lavanderie e consumatori”.

“Creare un dialogo con i produttori dei capi, che per il loro lavoro selezionano particolari tessuti, sarebbe un grande vantaggio, sia per loro stessi che per gli operatori della manutenzione - aggiunge Anna Pioni, presidente-portavoce di Cna/Tintolavanderie -. Sapere in anticipo quali tessuti arriveranno sul mercato potrebbe essere utile al fine di fare le prove preventive e informare gli operatori come eseguire la manutenzione senza rovinare i capi. Tutti sappiamo che un capo rovinato non torna più in lavanderia, mentre un capo pulito ritornerà dopo essersi sporcato”.

“Per il nostro settore, sono strategiche anche le buone relazioni con i nostri clienti finali, i consumatori - continua Molinari. Pertanto è opportuno e necessario sottoscrivere accordi con le rispettive Associazioni dei consumatori che regolamentino le eventuali controversie  e che contengano, tra l’altro, un prontuario nazionale per la valutazione dei capi usati”.

Quello delle tinto lavanderie è da anni un settore in crisi, che naviga a vista tra un vistoso calo della domanda e problemi di natura strutturale. “Oltre al calo, la domanda si è trasformata col tempo: è cambiata la tipologia dei nuclei familiari, la loro collocazione urbana e con essa i servizi richiesti. Un'evoluzione socio-economica che ha condotto a un cambiamento del valore degli abiti, le mode sono sempre più passeggere e i vestiti vengono sostituiti prima che si deteriorino”.

“Sono in atto processi di qualificazione aziendale - puntualizza Molinari - che interessano sia il capitale umano attraverso percorsi di formazione verso l’imprenditorialità sia il parco macchine e attrezzature, il cui rinnovo si collega ai naturali processi di obsolescenza, ma soprattutto a esigenze di risparmio energetico e di tutela ambientale”.

 

All’interno della Fiera Internazionale EXPOdetergo 2014, Cna/Tintolavanderie  ha dedicato il suo stand al tema della professione della lavandaia declinato tra storia e cultura: “In un contesto in cui i nuovi prodotti e i materiali che determinano il mercato della moderna professione di tintolavanderia  la fanno da padrona - afferma Mario Turco, responsabile nazionale di Cna/Tintolavanderie, con una curiosità da antropologo, CNA ha voluto indagare sulle radici storiche e culturali di un mestiere. Attraverso foto e documenti (molti dei quali messi gentilmente a disposizione dal Comune di Bagno a Rivoli in provincia di Firenze), vere chicche per gli appassionati, nel piccolo stand di Cna è possibile seguire un percorso virtuale che accompagna i visitatori nella conoscenza di un fenomeno economico e sociale, non unico nel nostro Paese ma pur sempre emblematico e interessante, quale quello di un mestiere interamente fuso con il destino di un territorio”.

CNA/TINTOLAVANDERIE ringrazia il Comune di Bagno a Ripoli per la preziosa collaborazione e la documentazione storica prestata per l’allestimento del suo stand, nonché per il patrocinio che ha voluto dare a questa iniziativa storico-culturale sul mestiere della lavandaia proposto da CNA/TINTOLAVANDERIE e appositamente preparata  per l’evento EXPODETERGO 2014.

Data pubblicazione: 22/09/2014 (19:51)
Ultimo aggiornamento: 22/09/2014 (19:54)


Condividi questo documento su Facebook...

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri .

Comunicati stampa
Il menu del Post:
I più letti! novità
ContattaciPreferitiHome page RSS
CNA Sede zonale Casarano Chi lavora con noi cresce.
Sede provvisoria: Viale Francesco Ferrari, 58 - 73042 Casarano Lecce
Si riceve per appuntamento Tel. +39 368.3413297
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Powered by Japigia.com 2009/2015
*** Questo Sito Web NON utilizza Cookie ***