Lo stato di crisi non giustifica l'omesso versamento dei contributi
Argomenti novità
Segnala questa pagina

Versamento dei contribut

Tags/parole chiave: contributiprevidenzacassazione

Lo stato di crisi non giustifica l'omesso versamento dei contributi

Il datore di lavoro è obbligato a versare i contributi previdenziali, tale obbligo non è derogabile per ragioni contingenti quali le sue disagiate condizioni economiche.

La Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso di un imprenditore, confermando la sentenza di condanna, per aver omesso le registrazioni e denunzie obbligatorie con conseguente omissione di versamenti e di contributi previdenziali ed assistenziali.

La Cassazione fa presente che le ritenute previdenziali "sono una componente obbligatoria del salario" che il datore di lavoro deve corrispondere ai propri dipendenti. L'I.N.P.S. vanta un credito verso il datore di lavoro per il semplice fatto che questi abbia assunto dei lavoratori alle proprie dipendenze.

Secondo la Corte " l'omessa presentazione delle denunzie evidenzia l'intenzione del datore di lavoro di evadere l'obbligo contributivo perchè, in tal modo, egli non fa conoscere all'I.N.P.S. la propria posizione debitoria rispetto ai rapporti di lavoro che è pur sempre in essere, malgrado il datore di lavoro medesimo sia in disagiate condizioni economiche.

La carenza di mezzi finanziari, da cui sarebbe derivata l'impossibilità materiale di versare i contributi assistenziali e previdenziali effettivamente dovuti, non influisce in alcun modo sulla struttura oggettiva del reato di cui alla L. 24 novembre 1981, n. 689, art. 37".

(Sentenza Cassazione penale 26/08/2010, n. 32348)

Data pubblicazione: 16/09/2010 (19:32)
Ultimo aggiornamento: 16/09/2010 (19:32)


Condividi questo documento su Facebook...

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri .

Comunicati stampa
Il menu del Post:
I più letti! novità
ContattaciPreferitiHome page RSS
CNA Sede zonale Casarano Chi lavora con noi cresce.
Sede provvisoria: Viale Francesco Ferrari, 58 - 73042 Casarano Lecce
Si riceve per appuntamento Tel. +39 368.3413297
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Powered by Japigia.com 2009/2015
*** Questo Sito Web NON utilizza Cookie ***